Affitti per studenti universitari: Milano la città più cara

Torna a News

Affitti per studenti universitari: Milano la città più cara

Gli affitti riguardanti gli studenti universitari rappresentano, ormai da molto tempo, una corposa “fetta” del mercato riguardante gli affitti di monolocali o di stanze in appartamento, dunque è molto interessante scoprire quali sono i trend riguardanti questo tipo di contratti.

Studiare fuori casa, per lo studente, può certamente essere caro: in Italia, infatti, si registrano delle differenze davvero molto significative tra le varie città, di conseguenza alcune città rappresentano senza dubbio una spesa esosa per lo studente che si trasferisce per motivi di studio, altri comuni invece propongono delle tariffe medie ampiamente accessibili.

Sulla base dei dati forniti da Tecnocasa la città universitaria più cara d’Italia è senza dubbio Milano: affittare un monolocale nella metropoli lombarda, infatti, può costare anche più di 600 euro.

Non sono affatto rare, da parte dei proprietari immobiliari, proposte di 1.000 euro mensili per l’affitto di un monolocale a Milano, allo stesso tempo un semplice posto letto, anche in camera doppia o tripla, può arrivare a costare ben 300 euro al mese.

La Capitale, Roma, si colloca su livelli appena inferiori, dunque anch’essa rappresenta certamente una scelta molto costosa per lo studente fuori sede, a seguire, tra le città più care, troviamo Firenze, Siena e Bologna.

Tra le città maggiormente vantaggiose per lo studente che ha necessità di trasferirsi per i suoi studi universitari si possono citare invece Trieste e Salerno, in cui 200 euro possono rivelarsi sufficienti per affittare una stanza; anche altre città importanti, come ad esempio Pavia e Messina, propongono affitti medi vicini ai 250 euro.

Le differenze tra città e città, dunque, sono importanti: da Nord a Sud, come visto, i prezzi proposti agli studenti universitari possono variare in modo assai consistente, anche tra città non particolarmente distanti l’una dall’altra.

Il fenomeno degli affitti in nero, purtroppo, risulta tutt’altro che superato, e secondo delle apposite ricerche ben 1 studente su 7 non ha un contratto regolare; allo stesso tempo, inoltre, i proprietari immobiliari possono incorrere in spiacevoli episodi di morosità, dai quali ci si può facilmente mettere a riparo sottoscrivendo una polizza specifica.

 

Condividi questo post

Torna a News