Press & News

Parlano di noi & Aggiornamenti

Archive for Assicurazione

Parlamento Europeo: un progetto di nuove tutele per chi stipula una polizza

Il Parlamento Europeo ha approvato delle novità molto interessanti relative al settore assicurativo, le quali potrebbero riguardare anche l’Italia nel caso in cui verranno recepite dal nostro ordinamento nell’arco dei prossimi 2 anni.

Le novità in questione hanno come finalità principale quella di offrire al consumatore che stipula una polizza delle maggiori garanzie, e allo stesso tempo una maggiore esperienza dal punto di vista contrattuale.

Uno dei principali rischi che l’Unione Europea intende scongiurare con l’introduzione di queste nuove tutele per il consumatore è sicuramente rappresentato dall’ipotesi per cui la compagnia non abbia le coperture finanziarie necessarie per una richiesta di indennizzo da parte di un assicurato, e a tal riguardo l’Unione Europea suggerisce alle compagnie di accantonare stabilmente il 4% della somma di tutti i premi annuali ricevuti, somma che, in tutti i casi, non deve mai essere inferiore a 18.750 euro.

Tutti gli agenti assicurativi, inoltre, dovranno essere registrati, e sarà compito anche degli intermediari, oltre che delle compagnie assicurative, specificare la propria identità al consumatore.

Gli intermediari assicurativi dovranno inoltre stipulare delle polizze assicurative contro i reclami per negligenza, le quali dovranno garantire coperture di almeno 1,25 milioni per singolo sinistro, per un ammontare di 1,85 milioni di euro annui per tutti i sinistri, ammenochè tale copertura non venga fornita direttamente dalla compagnia.

Tra le nuove tutele, inoltre, vi è una novità assoluta: il consumatore, infatti, dovrà essere in grado di conoscere in che modo il venditore della polizza viene retribuito dalla compagnia di cui fa parte.

La direttiva in questione, tuttavia, riguarderebbe solo un numero limitato di tipologie di polizza: le polizze il cui premio annuo non supera i 600 euro, infatti, non rientrerebbero in queste nuove normative, allo stesso modo ne sarebbero esonerate quelle relative alla copertura assicurativa per furto o danneggiamento.

Al momento, insomma, vi sono solo dell indicazioni di massima circa quelle che potrebbero essere delle novità molto consistenti relative al mondo delle assicurazioni; resta da vedere, allo stesso modo, se questa direttiva sarà o meno recepita dall’Italia.

Posted in: Assicurazione

Leave a Comment (0) →

Parallelamente ai mutui, crescono le stipule di polizze vita

Parallelamente alla crescita dei mutui sta verificandosi, negli ultimi periodi, anche un significativo aumento relativo alla stipula di polizze sulla vita da parte di soggetti in giovane età, e i due fenomeni non sono affatto disconnessi l’uno con l’altro.

Sulla base dei dati di Adnkronos, infatti, i giovani che stipulano delle polizze vita ad alto rischio sono cresciuti, nei primi 8 mesi del 2015, ben del 20%.

Laddove queste polizze siano stipulate da giovani con una buona solidità finanziaria e con un contratto di lavoro stabile, si tratta fondamentalmente di una soluzione di risparmio; per tutti gli altri casi, invece, l’attivazione di un mutuo e la stipula di una polizza che tuteli in caso di morte, inabilità temporanea e invalidità permanente è strettamente connessa con l’acquisto dell’immobile.

Chi ha la possibilità di attivare un mutuo, infatti, spesso tende a tutelarsi nella spiacevole ipotesi per la quale dovesse capitargli qualcosa di brutto, e questa soluzione è effettivamente vantaggiosa, dato che i soggetti di giovane età e che godono di buona salute possono usufruire di costi notevolmente più bassi rispetto a quelli che devono sostenere le persone più anziane.

Con un costo vicino a 100 euro annui per 15 anni, infatti, un 30 enne in buona salute può usufruire di questa preziosa copertura assicurativa, mentre un soggetto di età più anziana può dover sostenere fino a 400 euro all’anno.

Su questo trend, tuttavia, c’è chi esprime un allarme, sostenendo che alcuni istituti bancari considerino l’attivazione di una polizza di questo tipo propedeutica all’accettazione di una richiesta di mutuo.

Attualmente non vi è chiarezza circa la veridicità di questa ipotesi, ad ogni modo IVASS, Istituto di Vigilanza sulle Assicurazioni, ha precisato che le vendita di mutui e di polizze assicurative sulla vita devono essere distinte e del tutto indipendenti l’una dall’altra.

 

Posted in: Assicurazione

Leave a Comment (0) →

RC AUTO – Nessuna multa nei 15 giorni successivi alla scadenza!

Come ormai tutti sanno, da gennaio 2013 è stato abolito dalla legge il tacito rinnovo sulle polizze di assicurazione auto.

Ciò significa che non è più necessario inviare una comunicazione scritta (e nemmeno verbale) alla compagnia assicurativa, per comunicare la disdetta della polizza stessa.

E’ diventato obbligatorio per le compagnie invece, garantire all’assicurato un periodo di 15 giorni successivi alla scadenza della polizza, indipendentemente dal fatto che la stessa venga rinnovata o meno.

La preoccupazione della maggior parte degli assicurati però, è quella di incorrere in una sanzione delle forze dell’ordine per circolazione del veicolo con il contrassegno scaduto.

C’è invece da stare tranquilli in quanto, a seguito delle nuove disposizioni in vigore, il Ministero dell’Interno ha diramato a tutte le forze di Polizia una circolare con la precisazione che “si ritiene non più sanzionabile ai sensi degli articoli 180 e 181 del Codice della strada la circolazione del veicolo con il certificato ed il contrassegno assicurativo scaduti, atteso che, la garanzia assicurativa prestata con il precedente contratto è estesa in ogni caso, non oltre il quindicesimo giorno dalla data di scadenza dello stesso” (Circolare 300-A-1319-13-101-20-21-7 del 14 febbraio 2013).

Pertanto, mentre la precedente condizione imponeva di verificare la continuità tra la precedente e la successiva polizza consentendo all’operatore di polizia, nei casi di mancata copertura assicurativa, di orientare l’accertamento dell’illecito anche verso il sequestro del veicolo (oltre alla multa), la nuova normativa estende a tutti il beneficio della copertura assicurativa nel predetto periodo di 15 giorni, rendendo di fatto ininfluente tale ulteriore controllo.

 

Cari assicurati automobilisti potete dormire sonni tranquilli…ma non svegliatevi l’ultimo giorno!

Posted in: Assicurazione, News

Leave a Comment (0) →

Assicurazione controllata all’autovelox

Per essere sottoposti a un controllo automatico della copertura assicurativa del veicolo d’ora in poi basterà passare sotto a un autovelox o un photored anche senza infrangere alcun limite o violare norme di comportamento. Tutti gli strumenti elettronici omologati per il controllo del traffico infatti saranno abilitati al telecontrollo remoto della copertura assicurativa. Lo prevede il dl Sblocca Italia che innesta nel codice della strada una modifica già in discussione al parlamento perché contenuta nel ddl c1512

Leggi Articolo

Posted in: Assicurazione, News

Leave a Comment (0) →

RCA: le nuove misure previste dal d.l. 145/2013

Il decreto legge n. 145 del 23 dicembre 2013 (Gazzetta Ufficiale n. 300 del 23 dicembre 2013), in vigore dal 24 dicembre 2013, segna un passo in avanti verso l’installazione generalizzata della scatola nera sui veicoli.

Il pacchetto introduce anche la possibilità per le compagnie di proporre ai loro clienti un ventaglio di sconti sulle polizze. In cambio i cittadini si impegnano ad accettare clausole vincolanti.

Leggi Articolo

Posted in: Assicurazione, News

Leave a Comment (0) →