Press & News

Parlano di noi & Aggiornamenti

Glossario dell’edilizia libera: tutti gli interventi eseguibili senza comunicazioni al Comune

Glossario dell’edilizia libera: tutti gli interventi eseguibili senza comunicazioni al Comune

Il giorno 22 aprile 2018 è entrato in vigore il cosiddetto glossario dell’edilizia libera, un documento che elenca tutti gli interventi manutentivi relativi agli appartamenti i quali possono essere eseguiti in piena libertà, dunque senza dover comunicare nulla al Comune di riferimento.

Sono davvero tante le operazioni che i proprietari di appartamenti possono effettuare senza dover effettuare alcuna comunicazione, e molte di esse, peraltro, consentono di usufruire di interessanti incentivi fiscali. Scopriamo subito quali sono le più importanti.

Anzitutto, nel glossario dell’edilizia libera figura il cambio di serramenti ed infissi, per il quale è prevista la possibilità di usufruire di una detrazione del 50% per ristrutturazione entro un massimale di spesa di 96.000 euro.

Ancor più cospicuo è l’incentivo fiscale previsto a beneficio di chi installa serramenti che presentano specifiche caratteristiche a livello di capacità di isolamento termico: per questi infissi la detrazione è del 65% con un massimale di spesa di 60.000 euro per ristrutturazione.

Non solo infissi e serramenti, ma anche inferriate e grate di sicurezza rientrano in tale elenco: interventi di installazione, riparazione e sostituzione di elementi di questo tipo assicurano una detrazione del 50% con un massimale di spesa di 96.000 euro, ed è interessante sottolineare che l’incentivo riguarda indistintamente sia villette che condomini.

Anche le pompe di calore aria-aria possono essere installate senza dover effettuare alcuna comunicazione al Comune, ma a una condizione: la loro potenza termica deve essere inferiore a 12 Kw.

Per questo genere di articoli l’ammontare degli incentivi è variabile in relazione a diversi parametri di efficienza, e può raggiungere il livello massimo del 65%.

Nel glossario dell’edilizia libera figurano anche gli ascensori, a condizione che la loro installazione non vada ad alterare strutture portanti dell’edificio.

Nel caso in cui un ascensore, o anche un servoscala, venga installato nell’ottica dell’eliminazione di barriere architettoniche, per la sua installazione è possibile recuperare la spesa sostenuta per il 50% attraverso 10 rate annuali.

Anche per ritinteggiare un condominio non è necessario presentare comunicazione al Comune, e per interventi simili è prevista una detrazione del 50% con un massimale di spesa di 96.000 euro in riferimento alla singola unità immobiliare.

Tante diverse operazioni possono essere eseguite senza alcuna necessità di eseguire comunicazioni anche per quel che riguarda i giardini, come ad esempio installare dei gazebi, pergolati, fioriere, fontane, divisori non in muratura, panchine.

Circa la possibilità di usufruire di incentivi per l’acquisto di questo tipo di articoli, tuttavia, si è ancora in attesa di direttive più dettagliate da parte dell’Agenzia delle Entrate.

Posted in: News

Leave a Comment (0) ↓