Immobili residenziali: i prezzi continuano a calare

Torna a News

Immobili residenziali: i prezzi continuano a calare

Nel 2015 i prezzi relativi agli immobili residenziali hanno subito un calo consistente, segno evidente di come i proprietari immobiliari che intendono vendere le loro proprietà siano stati costretti a rivedere a ribasso i prezzi dei loro beni per poter trovare degli acquirenti in tempo di crisi.

Sulla base dei dati presentati dal sito web Immobiliare.it, nel 2015 si è registrato un calo dei prezzi degli immobili residenziali pari a -5,1% rispetto all’anno precedente, un dato certamente importante, ma che comunque non ha diminuito il numero di immobili residenziali che i proprietari intendono vendere: a dicembre 2015, infatti, gli stessi risultavano ammontare a ben 1.250.000 su tutto il territorio nazionale, senza trascurare i numerosi immobili in affitto.

Sulla base delle variazioni di mercato registrate nell’ultimo anno si sono verificati dei cambiamenti piuttosto importanti: il capoluogo di regione più caro, anzitutto, è divenuto Firenze, il quale ha superato la Capitale.

Il prezzo medio per un metro quadro di immobile residenziale a Firenze è risultato pari a ben 3.436 euro, mentre Roma si colloca al secondo posto con 3.413 euro, seguita da Milano con 3.262.

Catanzaro è il capoluogo di regione più economico in assoluto: in questa città calabrese, infatti, un metro quadro ha un costo medio di soli 1.195 euro, mentre il calo più consistente dei prezzi tra il 2014 ed il 2015 è quello che si è registrato a Trieste, dove i prezzi sono scesi ben del 9%.

Cali altrettanto importanti sono stati quelli di Aosta, -8%, Ancona, -7,5%, e Genova, -7,1%.

I prezzi degli immobili residenziali continuano a scendere in modo significativo, dunque, e ciò può rappresentare un’opportunità interessante per chi ha in programma di acquistare.

 

Condividi questo post

Torna a News