Press & News

Parlano di noi & Aggiornamenti

Lavorare da casa: una realtà sempre più consolidata

Fino a pochi anni addietro, probabilmente, lavorare da casa sarebbe sembrata una chimera, o comunque un privilegio di pochi, oggi invece le professioni che vengono svolte comodamente nel proprio domicilio stanno crescendo in modo consistente.

Le professioni che possono essere svolte da casa, magari tramite una semplice connessione a Internet, sono infatti numerose, di conseguenza non stupisce il fatto che sempre più persone affermino di lavorare senza dover abbandonare il proprio appartamento.

I vantaggi legati a questa soluzione sono notevoli, e non sono affatto di poco conto: chi lavora da casa non deve sostenere spese per il carburante, per raggiungere il luogo di lavoro, inoltre non ha nessuna perdita di tempo connessa a questo tipo di spostamenti.

Lavorare da casa è dunque molto comodo, consente di poter lavorare in una postazione tranquilla e in cui si è quanto mai a proprio agio, inoltre in questo modo si può trascorrere molto tempo assieme ai propri cari.

Altro aspetto estremamente apprezzato dai lavoratori “casalinghi” è rappresentato dalla flessibilità: il fatto di non dover rispettare degli orari tassativi è considerato dai più come un qualcosa di molto positivo.

Anche le aziende, dal canto loro, hanno dei vantaggi nell’assicurarsi le prestazioni di lavoratori che operano direttamente da casa: i costi degli uffici, infatti, hanno un peso notevole, quindi laddove possibile è bene ridurre il numero di impiegati presso la sede operativa.

Lavorare da casa ha tantissimi aspetti positivi, dunque, ma non mancano quelli negativi.

Anzitutto, alcune persone che lavorano da casa lamentano il fatto che il lavoro tende ad “abbracciare” buona parte della giornata, andando spesso ben oltre quella che è la normale durata di una giornata lavorativa, altre persone invece dichiarano di avere difficoltà a concentrarsi tra le distrazioni domestiche, altre invece non apprezzano il fatto che questo tipo di lavoro implichi, nel lungo andare, una buona dose di solitudine.

La criticità più importante, ad ogni modo, è legata al fatto che chi lavora da casa spesso non ha le medesime tutele di chi lavora presso un ufficio, anzi nella grande maggioranza dei casi chi lavora dal proprio domicilio non è un lavoratore dipendente, ma offre le sue prestazioni come libero professionista.

La flessibilità può essere un punto di forza, certamente, ma lavorare come libero professionista significa doversi accollare i costi delle tasse, della contribuzione, di un commercialista, non poter usufruire di permessi per malattia, delle ferie e di molte altre tutele che contraddistinguono il lavoro dipendente.

Posted in: News

Leave a Comment (0) ↓