Parallelamente ai mutui, crescono le stipule di polizze vita

Torna a News

Parallelamente ai mutui, crescono le stipule di polizze vita

Parallelamente alla crescita dei mutui sta verificandosi, negli ultimi periodi, anche un significativo aumento relativo alla stipula di polizze sulla vita da parte di soggetti in giovane età, e i due fenomeni non sono affatto disconnessi l’uno con l’altro.

Sulla base dei dati di Adnkronos, infatti, i giovani che stipulano delle polizze vita ad alto rischio sono cresciuti, nei primi 8 mesi del 2015, ben del 20%.

Laddove queste polizze siano stipulate da giovani con una buona solidità finanziaria e con un contratto di lavoro stabile, si tratta fondamentalmente di una soluzione di risparmio; per tutti gli altri casi, invece, l’attivazione di un mutuo e la stipula di una polizza che tuteli in caso di morte, inabilità temporanea e invalidità permanente è strettamente connessa con l’acquisto dell’immobile.

Chi ha la possibilità di attivare un mutuo, infatti, spesso tende a tutelarsi nella spiacevole ipotesi per la quale dovesse capitargli qualcosa di brutto, e questa soluzione è effettivamente vantaggiosa, dato che i soggetti di giovane età e che godono di buona salute possono usufruire di costi notevolmente più bassi rispetto a quelli che devono sostenere le persone più anziane.

Con un costo vicino a 100 euro annui per 15 anni, infatti, un 30 enne in buona salute può usufruire di questa preziosa copertura assicurativa, mentre un soggetto di età più anziana può dover sostenere fino a 400 euro all’anno.

Su questo trend, tuttavia, c’è chi esprime un allarme, sostenendo che alcuni istituti bancari considerino l’attivazione di una polizza di questo tipo propedeutica all’accettazione di una richiesta di mutuo.

Attualmente non vi è chiarezza circa la veridicità di questa ipotesi, ad ogni modo IVASS, Istituto di Vigilanza sulle Assicurazioni, ha precisato che le vendita di mutui e di polizze assicurative sulla vita devono essere distinte e del tutto indipendenti l’una dall’altra.

 

Condividi questo post

Torna a News